Ultime ore per richiedere la rottamazione dei carichi affidati all’agente della riscossione: scadono il 21 aprile 2017 i termini a disposizione dei contribuenti per presentare l’istanza di adesione alla definizione agevolata dei ruoli prevista dal decreto fiscale. La definizione agevolata si applica alle somme riferite ai carichi affidati a Equitalia tra il 2000 e il 2016. Chi intende aderire pagherà l’importo residuo delle somme inizialmente richieste senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora.

Per aderire alla definizione agevolata è necessario compilare il modulo DA1 (modulo DA2 se la richiesta di accesso alla definizione agevolata riguarda carichi oggetto di “proposte di accordo o del piano del consumatore”).

Con le credenziali di accesso (SPID, Agenzia delle Entrate, INPS, Carta nazionale dei Servizi) è possibile accedere nell’area riservata sul sito di Equitalia, selezionare le somme che si vogliono far rientrare nella domanda di adesione, scegliere il numero di rate ed inviare direttamente la domanda.

In mancanza delle credenziali è possibile compilare il modulo on line o scaricarlo dal sito di Equitalia, stamparlo, firmarlo e presentare l’adesione alla definizione agevolata via PEC ovvero presso gli Sportelli dell’Agente della riscossione.

È infine possibile delegare un professionista, che trasmetterà la dichiarazione di adesione alla definizione agevolata con EquiPro.

È possibile pagare con la domiciliazione bancaria, presso le filiali bancarie, agli sportelli bancomat (ATM) degli istituti di credito che hanno aderito ai servizi di pagamento CBILL, con il proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul portale Equitalia e con l’App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa e infine direttamente agli sportelli.