Dal 13 gennaio 2016 partono i nuovi incentivi Invitalia rivolti ad under 35 e donne per l’avvio di nuove imprese. Trattandosi di un finanziamento “a sportello” le domande di incentivo saranno valutate in ordine cronologico di ricezione fino ad esaurimento fondi, pertanto la fase di compilazione della domanda sarà disponibile con un congruo anticipo rispetto alla data di apertura ufficiale del bando.

Studio Impresa offre assistenza durante l’intero iter procedurale: dallo sviluppo dell’idea imprenditoriale, alla compilazione e presentazione della domanda su piattaforma dedicata, fino al tutoraggio pre-colloquio con il soggetto gestore.

Di seguito sono riassunte le principali caratteristiche per coloro che desiderano partecipare:


SOGGETTI BENEFICIARI:

  • Persone fisiche che intendono costituire un’impresa;
  • Società di qualsiasi tipo, comprese le società cooperative:
    – Composte per oltre la metà numerica e di soci e quote da giovani under 35 e/o donne o Costituite da non più di 12 mesi
    – Di dimensione piccola o micro


INIZIATIVE AMMISSIBILI:

  • Produzione di beni nei settori: industria, artigianato, trasformazione di prodotti agricoli
  • Fornitura di servizi (per imprese o persone)
  • Commercio di beni e servizi
  • Turismo
  • Attività turistico-culturali
  • Innovazione sociale


SPESE AMMISSIBILI:

  • Suolo aziendale (max 10% dell’investimento totale)
  • Fabbricati, opere edili/murarie, comprese le ristrutturazioni
    – Max 40% dell’investimento in caso di trasformazione di prodotti agricoli (acquisto, costruzione o ristrutturazione)
    Max 70% dell’investimento in caso di turismo (acquisto, costruzione o ristrutturazione)
    Max 40% in tutti gli altri casi (solo acquisto o ristrutturazione)
  • Macchinari, impianti ed attrezzature NUOVE
  • Programmi informatici (max 20% dell’investimento)
  • Brevetti, licenze e marchi (max 20% dell’investimento)
  • Formazione specialistica dei soci e dei dipendenti (solo se funzionali alla realizzazione) (max 5%)
  • Consulenze specialistiche (max 5% dell’investimento)


FORMA E MISURA DELL’AIUTO
(nel rispetto dei limiti del regolamento de minimis)

  • Finanziamento agevolato a tasso zero con durata massima di anni 8 e di importo non superiore al 75% della spesa ammissibile
  • Rimborso con rate semestrali costanti e posticipate (31/5 e 30/11)
  • Garanzie reali tramite ipoteca di primo grado sull’immobile e privilegi speciali sui beni acquistati. Qualora il valore non fosse sufficiente si richiede garanzia fideiussoria
  • L’impresa beneficiaria deve garantire la copertura finanziaria del 25% non finanziato attraverso risorse proprie o mediante finanziamento esterno a patto che non sia pubblico


SPESE NON AMMISSIBILI:

  • IVA
  • Beni usati o acquisiti con il sistema della locazione finanziaria, del leasing e del lease-back
  • Acquisto di beni di proprietà di uno o più soci dell’impresa richiedente, dei parenti o degli affini fino al terzogrado.
  • Investimenti di mera sostituzione di impianti, macchinari e attrezzature;
  • Spese notarili;
  • Scorte;
  • Tasse;
  • Automezzi, ad eccezione di quelli specificatamente attrezzati come laboratori mobili, ove necessari per losvolgimento delle attività di cui al programma di investimento

Per maggiori informazioni:

Tel. 081 41 60 40   –   formazione@studioimpresa.org